FANDOM


Riassunto della situazione:

1) Le pietre.

Ci sono 4 pietre tutte uguali fra di loro che unite insieme potranno condurre il popolo del gelo nella sua casa. Le quattro pietre sono protette da dei guardiani che devono essere sconfitti per poter rivelare il pezzo di mappa. Questi guardiani sono in grado di assorbire l’energia magica per potenziarsi ed espandere il dominio del gelo.

  • La prima delle quattro era in possesso di un nobile della famiglia Inice, che ne era spaventato al punto di non uscire di casa. Il guardiano è stato sconfitto con la forza bruta.
  • La seconda era nel tesoro di un piccolo drago blu, Ichelot. Questo guardiano si era potenziato con l’energia del drago e per sconfiggerlo i nordici hanno dovuto fargli assorbire energia magica fino a farlo scoppiare.
  • La terza era nelle mani di un ombra. Il guardiano di questa pietra era senziente e li ha portati a conoscere molti dei segreti della terra nordica.

2) I giganti.

I più grandi nemici del clan e di Dunford sono i giganti del gelo, comandati dal grande Fugar. Il gigante creduto morto sotto le fauci della grande dragonessa blu, Anchelot, è invece in vita e come prima cosa ha sconfitto la sua presunta assassina. Ha ancora mire espansionistiche nei confronti del piccolo avamposto nordico, e stavolta è aiutato da uno strano personaggio, un uomo, capace di comandarlo come e quando vuole. Questa persona si rivela essere Madar Near, forse la più grande minaccia che i nordici hanno mai affrontato. Per mostrare il suo enorme potere, l’uomo umilia il grande re dei giganti senza che quest’ultimo possa ribellarsi. Dopo un mese, tenendo fede alla loro minaccia, i giganti attaccano Dunford e i nordici riportano numerose vittime. In seguito per ottenere più tempo, il triunviro nordico scese a trattative con Fugar: Se i nordici toglieranno di mezzo Madar, gli attacchi cesseranno per un anno intero.

3) Il clan del corvo.

Il clan dell’orso è solo uno dei gruppi di nordici, il più grande dei quali è il villaggio dei corvi. Ivan, il capo del clan dei corvi, è un persona autoritaria a tratti crudeli, che governa la sua gente con il pugno di ferro e non tollera, almeno così sembra all’inizio, che il clan dell’orso abbia in mano gli spiriti nordici e le pietre per ritrovare la propria terra. Per molte volte manda suoi ambasciatori a Dunford, smanioso di prendere possesso di ogni cosa, ma ogni volta Thor li manda via in malo modo, portando i due clan sull’orlo di una guerra. Infine, ritrovando forse un pò di saggezza, Ivan va a Dunford di persona e colloquia con Thorgard per molto tempo. I due scoprono di non essere troppo dissimili e di potersi fidare uno dell’altro. C’è solo un piccolo neo in questa alleanza: l’ambasciatore di Thorgard, Artemis ha giaciuto con l’ambasciatrice e nipote di Ivan, Martina, scappando poi come un codardo e secondo la ragazza dopo averla obbligata. Dopo una lunga caccia all’uomo, Artemis viene riportato a Dunford, dove con uno strano rituale rivela che Martina è posseduta da Madar Near, lo stesso che comandava i giganti. Tutto ciò si rivela una grande e gigantesco inganno. Il clan del corvo non è mai esistito, Ivan era solo un illusione e Martina altri non è che la figlia di Madar.

4) I near.

L’uomo del mistero che sta dietro ai giganti e alla possessione di Martina è un incognita per gli studiosi più esperti, nulla si sa di lui tranne il suo casato: Near I nordici dopo una lunga ricerca capiscono che i Near non sono un casato Entariano, ma che invece per qualche motivo sembrano provenire da un altro posto, forse un altro continente. Le informazioni però sono scarse, vi è solo una piccola storiella a Killian che parla di due cavalieri che si contendono una spada e una raccolta di storie per bambini su un ragazzo chiamato Nash Near. Andando avanti con la loro ricerca, scoprono che il ragazzo era il figlio di questo misterioso individuo di cui in seguito si scoprirà il nome: Madar. L’uomo dovrebbe essere morto da secoli. Vi è addirittura una grande cripta in cui riposano i suoi resti eppure lo si vede ancora in giro a ordire inganni. Sempre in quella cripta viene ritrovato un piccolo diario appartenuto a Nash Near. Il ragazzo spiega i poteri dell’abilità oculare che solo il casato può usare e rivela l’ubicazione di un oggetto che potrebbe sconfiggere l’oscuro padre. L’oggetto in questione è una gemma che genera un vuoto della magia, arcana o no e grazie a questa Madar perderebbe i suoi poteri. L’ultimo confronto fra Madar e i nordici si svolge nella casa del Near dove, dopo alcune tristi sorprese, finalmente il nemico viene sconfitto.


5) Gli spiriti.

Dall’alba dei tempi il nord è protetto da tre spiriti che sorvegliano le terre da pericoli e da catastrofi. Le tre entità un tempo erano animali: Il lupo bianco, la volpe dei ghiacci e l’aquila dei picchi, ma con l’arrivo del popolo del gelo hanno cominciato a reincarnarsi nelle persone che generazione dopo generazione hanno protetto il nord anche a costo della vita. Attualmente le tre reincarnazioni sono:

  • Artemis per la volpe,
  • Dana per il lupo, e l’entità dell’aquila è sconosciuta.

Solitamente ne appaiono uno o due ogni generazione. Il fatto che tutti e tre siano presenti è sinonimo di grandi cambiamenti.